Emilia RomagnaSIBA on Tour

Non per farci i fatti vostri .. ma a Ferrara la buona birra si beve all’XI Comandamento ..

 

Ci sono le famose tavole dei Dieci Comandamenti date, secondo la Bibbia, da Dio a Mosè sul Monte Sinai .. e poi circola da tempo un “undicesimo comandamento”, un po’ più “informale” ma altrettanto valido, che ci suggerisce di farci sempre gli affari nostri .. che si campa cent’anni! A dire il vero ce ne sarebbe anche un dodicesimo ancora più esplicito .. che se proprio non riesci a farti i c_zzi tuoi .. a me comunque non rompere i .. Vabbè, può bastare così .. tanto il messaggio è chiaro ..

Ora .. pur non volendo disattendere ad alcun comandamento (tanto più XI e XII) .. lasciateci comunque spendere due parole lusinghiere per un pub visitato di recente e che spilla “buona” birra nel centro di Ferrara dall’11/11/2008: per l’appunto .. XI Comandamento. Il publican conferma: “sono stato un goliarda universitario .. e questo XI comandamento faceva parte del gioco” .. però l’impianto di spillatura “a due piani”, con ben 20 vie, non è affatto un gioco (ci sarebbe anche una pompa inglese, ma siamo un po’ fuori stagione) .. e neppure il 90% dei fusti attaccati ..

La cosa che francamente più ci entusiasma di questa “scaletta di abbeveraggio” non sta tanto nella quantità, ma nell’autenticità delle proposte. Spesso, infatti, ci si imbatte in veri e propri templi della birra dove si vanno a mescere i nomi altisonanti del gotha birrario nazionale e internazionale .. ma chi si lascia tentare dalle piccole realtà locali, anche rischiando un tantino sulla costanza qualitativa?

Gran parte del bello di questo “viaggio” sta proprio nel trovare la novità “autoctona”, la chicca che non ti aspetti, il birrificio che non conosci, la birra che non hai mai bevuto .. che se non è proprio a chilometro zero, comunque un po’ di fusti se li è andati a prendere direttamente il publican in persona, col suo furgone più o meno sgangherato. A noi ci piace immaginarla così ..

C’è la Weisse del Birrificio Estense di Montagna (PD); la “Belgian” (con aggiunta di buccia d’arancia, cardamomo e coriandolo) Goldie della Beer Firm Monkey Beer di Migliarino (FE); l’IPA Fiorita e la Tripel Mistica del Birrificio Campo Biondo di Terrassa Padovana; la Pale Ale Jack’s Original e la Belgian Strong Ale Happy Hour di Red Jack Brewing di Montelupo Fiorentino, Loc. Camaioni (FI); la Saison Duca Hercole I e l’American IPA Lady Ale della Beer Firm Birra dei Diamanti di Ferrara; l’ottima Froggy Hops di Birra del Bosco (San Michele dell’Adige, Loc. Grumo – TN); la Duke 1283, “Infernal Bitter” (con luppoli Magnum, Challenger e Styrian Goldings e malti Pale Ale e Crystal) della Beer Firm Brew Moon di Bologna; la “Dream Team American Hops” Alley Hop, Imperial IPA di Birra Bellazzi (San Lazzaro di Savena – BO); la Furia, Scotch Ale (peraltro premiata al Birra dell’Anno 2016) del B.A.V. (Birrificio Artigianale Veneziano) di Martellago (VE); l’IPA Myale del Birrificio La Mata di Solarolo (RA). Onestamente, tanta di questa “roba” non è che si riesca a rintracciare così facilmente .. per cui la sosta si è fatta molto interessante ..

Valorizzazione del territorio e delle piccole realtà locali: è su questo che dovrebbe in particolar modo puntare un publican appassionato, competente, lungimirante e indipendente. Gli intoppi spesso non mancano (ordine minimo, esclusiva distributiva, costanza qualitativa ecc.) ma è comunque una politica “di forma e sostanza” che alla lunga ripaga dagli sforzi fatti .. e l’XI Comandamento va esattamente in questa direzione ..

Tommaso Di Lascio (Tommy) è un appassionato di vecchia data, con i suoi viaggi in Belgio, ma anche l’amore per il luppolo e per le birre di Toccalmatto .. e tra una mezza chiacchiera, l’abbondante buffet dell’happy hour e qualche sorso di ottimo nettare (apprezzate in particolar modo la Duca Hercole I “dei Diamanti” e la Froggy Hops di “del Bosco”) .. il tempo passa come meglio non potrebbe ..

In questi casi è proprio vero che alla fine .. “il bere vince sempre sul male!” (chi è Nicola Medici?)

P.S. Il locale ha due ingressi: quello principale dà sulla più trafficata Via Carlo Mayr .. ma se si entra dalla pittoresca Via delle Volte, le birre sembrano ancor più buone 😉

[siba: best indi!]

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close