CampaniaSIBA on Tour

Artigianali al pub? Scopri il tuo AlterEgo a Benevento ..

 

Con Giorgio Saginario ci eravamo incrociati – il tempo di una veloce stretta di mano – in quel posto magico che è l’Historia Birreria di Puglianello .. fine dicembre 2015. Merito del padrone di casa Mario D’Addio, che indicava nel publican di Benevento uno dei più convinti sostenitori del ”bere artigianale”, in zona. A questo punto si trattava di prenderne nota, in attesa di aggiornare il capitolo ..

Sabato, 19 agosto 2017. Siamo andati a finire in ostello .. ma nei 5 letti a castello non si vede anima viva. Una camerata tutta per noi .. a 22 €. La trasferta inizia bene .. tanto più che siamo nel pieno della zona pedonale di questa bella cittadina del basso Sannio, a due passi dall’imponente e magnifico Arco di Traiano. E l’AlterEgo – Beer&Food è proprio “dietro l’angolo”, in Via Manciotti 16, traversa di C.so Garibaldi ..

Mario De Ianni è il socio di Giorgio, è appena rientrato dalle ferie .. e non sembra avere tutta ‘sta voglia di darci retta. Impressione del tutto errata .. perché nel giro di 10 minuti siamo a chiacchierare in gran sintonia, con boccali di fresca, fragrante e dissetante Maxlrainer Helles al seguito ..

 

“L’AlterEgo prende avvio il 16 aprile 2008, ma io ci sono subentrato nel 2010” .. esordisce il publican. “Con Giorgio ci conosciamo da una vita, beviamo birra da poco meno .. e abbiamo pure avuto modo di laurearci in Giurisprudenza. Sembra però che la passione per le birre abbia avuto la meglio, diventando il nostro lavoro” ..

Inizia ad arrivare un po’ di gente. L’oste va in “cabina di regia” (vedi banco spine), ma la chiacchiera scorre ugualmente .. così come la birra (siamo passati ai gioielli di Hammer, con le brillantissime luppolate in aroma Wave Runner e l’American IPA della linea sperimentale Workpiece).

“Abbiamo iniziato a prender confidenza con il mondo delle artigianali attorno al 2013, optando sin da subito per un impianto mescita di proprietà .. e in questo cambio di rotta un ruolo importante lo hanno avuto sicuramente gli amici Mario e Sebastiano dell’Historia di Puglianello, che oramai da anni sono un indiscusso punto di riferimento” ..

Nel frattempo arriva Giorgio, che prima scarica qualcosa in cucina .. e poi propone un’imperdibile Tripelxxx di Croce di Malto (sempre alla spina), per proseguire con la bevuta. “Da oggi sono in ferie e domani con tutta la famiglia si va al mare. Il vantaggio d’avere dei soci affidabili è anche questo: il locale continua a girare, ma a turno riusciamo a staccare” ..

Giorgio è diplomato in chitarra classica al Conservatorio e la sua passione per la musica si riflette anche sul pub, a partire dai periodici appuntamenti live che riprenderanno in autunno. “Certo la musica è una componente importante dell’AlterEgo .. ma devo ammettere che le birre artigianali sono arrivate al momento giusto, dandomi nuova linfa per continuare con questo lavoro. Stufo del piattume dei marchi industriali .. ero arrivato al punto che non bevevo più le birre che servivo nel mio stesso locale. Fra le prime bevute ‘alternative’ ricordo una Strike (IPA) di BAV (Birrificio Artigianale Veneziano) .. e fu così che iniziai a risorgere” ..

Locale grazioso, seppur piuttosto limitato negli spazi. Nel periodo estivo va sicuramente meglio con i tavoli disposti nel vicolo. Dalla cucina vengon fuori invitanti panini (ma anche fritti, taglieri, focacce ecc.) .. ed è inevitabile passare dalle intenzioni ai fatti, gustando un proverbiale “Poe” con hamburger di Marchigiana, pomodoro, rucola e mozzarella di bufala ..

“Siamo in una terra piena zeppa di prodotti fantastici” .. prosegue Giorgio. “Formaggi e latticini sono un nostro fiore all’occhiello, per non parlare degli hamburger di Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale (la così detta Marchigiana). Il panino, poi, deve saper contenere e valorizzare tutto ciò che c’è dentro .. e stiamo iniziando a trovare la quadra anche su questo, collaborando con un forno di Benevento” ..

Bella serata di piena estate. Bella atmosfera. Il centro storico trabocca di gente .. e a 50 mt. da qui la movida dei “beveroni” e delle bottiglie di “Strong Super” prende il sopravvento. Ecco perché l’AlterEgo di Giorgio, Mario e Christian (il terzo socio) è uno di quegli “avamposti del buon ristoro” da preservare e conoscere .. 

Ovviamente non mancano ulteriori passi in avanti da fare (cella frigo già messa a budget di spesa; qualche “ritocco” sulle spine ecc.), ma per migliorarsi c’è comunque tempo. L’importante è il “giusto approccio” e naturalmente tanta tanta convinzione in ciò che si sta facendo, con spirito di sacrificio e passione ..

Questo è quanto. Non so se all’AlterEgo ho scoperto il mio “doppio” .. ma prima di vederci doppio, meglio tornare in ostello  Grazie a Mario e Giorgio per la grande accoglienza e alla prossima ..

[siba: best indi!]

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close