SIBA on TourUmbria

Artigianali a Perugia. Stasera bevo all’Elfo!

 

Elfi .. Elfi a Perugia. Chi l’avrebbe mai detto che questi buffi personaggi della mitologia nordica potessero far casa in un pub! Li sapevamo più a loro agio in fitte boscaglie o altri luoghi non particolarmente accessibili .. ma in fin dei conti, anche nella tanto centrale quanto defilata Via Sant’Agata sembrano trovarsi più che bene ..

Dal “passeggio principale” di Corso Vannucci scender per Via dei Priori (per intenderci .. quella che porta nel “libero stato-prato” di Piazza San Francesco), per poi svoltare a sinistra all’altezza della Chiesa di Sant’Agata .. e scorgervi subito i gradini che portano all’ingresso dell’Elfo Pub, con quella tenue luce verde che già sa di magico e public house. Perché al 20 di Via Sant’Agata c’è un posto decisamente unico, che da quasi 50 anni ristora gente .. e prima ancora chissà cos’altro. Siamo nel centro storico di Perugia. La Perugia accogliente e inclusiva di mille razze e culture diverse ..

Tutto parte sul finire degli anni ’60 con un locale piuttosto “alternativo” chiamato Califfo, che per quasi due decenni diventa meta di studenti, “viandanti” .. e personaggi di vario genere. Importante testimonianza di questo primo periodo .. il quadro tuttora esposto di un Buddha Himalayano, disegnato su papiro da tale Morra, poi diventato monaco Zen ..

Nel 1989 la svolta a pub .. e diversi anni dopo (almeno 10), un giovane studente universitario calabrese, peraltro domiciliato quasi accanto, inizia a frequentare questo locale prima come cliente e poi da dipendente. Quello stesso giovane che successivamente ne andrà a rilevare la gestione, inaugurando il nuovo corso in data 13 ottobre 2004. E allora benvenuti all’Elfo Pub di Natale e Rosaria ..

«Volevamo lavorare con e per la gente, creando quel clima accogliente e rilassante che è la migliore espressione di un pub. Le birre artigianali sono venute qualche tempo dopo, con le prime proposte del fornitore di allora .. come le Bad Attitude di Lorenzo Bottoni, a cui francamente devo molta di questa passione» .. ci dice Natale. «L’esperienza fatta sul campo, a partire dagli innumerevoli viaggi in Belgio, ci ha poi aperto tutto un mondo .. ma in fondo ci piace dire che le birre le abbiamo scoperte giorno dopo giorno in questo locale .. spillandole, stappandole e naturalmente bevendole con amici e clienti» ..

L’Elfo Pub è aperto 7 giorni su 7, fino alla chiusura estiva che avviene in concomitanza con la fine del calendario di Umbria Jazz .. per poi riaprire nell’ultimo weekend di agosto. «Le ferie sono spesso occasione per fare viaggi all’estero, a scoprire come e cosa si sta bevendo.. e ovviamente parlo di birre» .. prosegue il publican, mentre la moglie Rosy segue (o insegue) la piccola figlia, che scorrazza per il locale ..

Due ambienti di gran suggestione, che trasudano storia .. con volte a vela, luci soffuse, legno segnato dal tempo .. e tempo segnato da ogni genere di cimeli, anche testimonianza delle passate gestioni .. come la bicicletta appesa al soffitto (!), lasciata in eredità dal precedente titolare originario di Patrasso. E che dire del murales “regalato” a Natale e Rosaria dagli artisti di Comma Project, passati da Perugia qualche anno fa? Senza contare i tanti e benevoli elfi di cui sopra .. che con le loro buffe smorfie pare si divertano più di tutti. Sarà che anche a loro piacciono le birre?

Già .. le birre. Impianto di proprietà dal febbraio 2015, con “7+2” spine e una hand pump .. il tutto “incastonato” in un banco mescita della più classica tradizione anglosassone. In fusto prevalenza di birrifici italiani, mentre per le circa 150 etichette in bottiglia (suddivise per .. gusto) si è puntato soprattutto all’estero, a partire da una considerevole presenza di “acide” e Lambic ..

Dalla collaborazione con due affermati produttori locali come Fabbrica della Birra Perugia e Birra dell’Eremo (Assisi), sono nate Decennale, White IPA brassata da Luana Meola & Co. in occasione dei 10 anni di gestione del locale (2004 – 2014) .. e Agata Power, una Hoppy Belgian Ale di Birra dell’Eremo, che questa sera abbiamo avuto modo di bere e trovare in gran forma, assieme all’Imperial Stout Mierula (su hand pump), di ‘A Magara (Nocera Terinese – CZ) ..

Si può accompagnare la bevuta con taglieri di salumi e formaggi e panini caldi, ma è indubbio che questo pub brilla soprattutto per l’ampia selezione di birre artigianali e tutto ciò che vi ruota attorno: serate con i birrai, corsi di degustazione, corsi di “recupero per astemi” (!?) .. e altri “simposi a tema” ..

E poi c’è il maxischermo con le partite di calcio (ecc.) .. l’ottima musica rock .. i turisti e le comitive di studenti universitari .. e soprattutto la coinvolgente passione per questo lavoro di Natale, Rosaria e del resto della squadra. Una squadra di beer lovers a cui puoi chiedere tutto .. tranne una Corona. Del resto il cartello all’ingresso lo dice chiaramente: “Non chiederci una Corona: sei all’Elfo Pub, non in Game of Thrones!” ..

Non c’è miglior biglietto da visita. Stasera bevo all’Elfo!

[siba: best indi!]

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close