PiemonteSIBA on Tour

Bici e Birra: la birreria di Torino che è anche ciclofficina ..

 

Oltre a giovare alla qualità dell’aria, andare in bicicletta è pure un toccasana per la salute. Permette di rilassarsi e liberare la mente, migliora l’attività cardiovascolare, abbassa la pressione arteriosa, riduce la presenza di colesterolo “cattivo” e trigliceridi nel sangue, tonifica muscoli e articolazioni .. che poi sono anche gli effetti di una sana bevuta di birra artigianale. O stiamo forse esagerando? 😉

La verità è che pedalare in bicicletta e poi recuperare un po’ di “forze” con qualche buona birra non pastorizzata e senza conservanti, è un piacere impagabile .. se non che a qualcuno è venuto in mente di andare anche oltre, facendo di queste due passioni un unico lavoro. Anzi meglio: una ciclofficina birraria!

È mai possibile che in un locale dove si spillano birre artigianali ci si possa anche mettere a riparare biciclette? Sembrerebbe di si .. e lo abbiamo chiesto direttamente a Luca Cavallo, nel suo locale di C.so Regina Margherita, a Torino ..

«Ho lavorato per molti anni nel campo dell’elettronica, occupandomi in particolare di riparazione di fotocamere digitali compatte. Poi sono arrivati gli smartphone ‘tuttofare’ .. e di lavoro ce ne è stato sempre meno. Al che ho pensato di reinventarmi un mestiere, ripartendo da due passioni parallele: andare in bicicletta e bere birre artigianali» ..

Bici e Birra prende avvio il 13/05/2016 come beershop di artigianali italiane, con ampia selezione in bottiglia e mescita in loco. Le spine sono poi passate da 4 a 9, facendo di questo posto un vero e proprio locale birrario .. con una particolarità: avere una ciclofficina nel “retrobottega”! Una vera e propria officina separata da porta a vetri .. dove si riparano biciclette. Qualcosa del genere l’avevamo già vista all’estero (Dingle, per l’esattezza), ma in Italia non si è mai dato spazio a simili “contaminazioni” ..

«L’idea è quella di creare un punto di aggregazione per gli appassionati della bicicletta e della birra artigianale .. e c’è già un folto gruppo di clienti fissi e amici che dopo una bella pedalata vengono a trovarci per bersene un paio .. così come c’è pure chi la birra artigianale non l’ha mai bevuta e magari entra a farsi riparare la bici o a chiederci qualche pezzo di ricambio. Dalla bici alla birra però il passo è breve .. e non c’è migliore soddisfazione di veder tornare queste persone, a cercare consiglio su cosa bere». Si chiama “evangelizzazione” 🙂 ..

Il locale ha un dehors esterno e qualche tavolo dentro. Alle pareti, una serie di mensole con bottiglie di birra in bella mostra (vuote, ci tiene a precisare il titolare .. perché quelle piene sono in frigo) che si alternano ad accessori per bicicletta, come colorati sellini e altrettanto variopinti campanelli. Davanti al banco, due sgabelli con pedali .. che bevi e smaltisci allo stesso tempo! I rubinetti dell’impianto mescita indicano birre e birrifici su etichette personalizzate. La cella refrigerata è localizzata sul piano soppalcato ..

«Sono solito andare personalmente a trovare i birrai e avere esclusivamente approvvigionamenti diretti .. il che mi ha portato a trattare solo birra artigianale italiana, a partire dalle tante e importanti realtà brassicole piemontesi e delle regioni limitrofe. Alle spine è sempre garantita una buona rotazione .. con 3 delle 9 vie che solitamente dedico agli amici di Beba (Pilsener “Numero Uno”), Birrificio Italiano (Bock “Bibock”) e Aleghe (Doppelbock “La Doppio”)» ..

Siccome poi anche lo stomaco vuole la sua parte, nel locale di Luca e Anna è anche possibile trovare panini, crostoni, taglieri e hamburger (scelta non infinita, ma decisamente accurata e di qualità) .. o le farcitissime e saporite “Tipotapas” (a partire dalle piemontesi con acciughe al verde), con cui abbiamo accompagnato birre in splendida forma, fra cui “Filare!” (IGA di Pasturana) e “Grafite” (Dark Lager di Beba) ..

Questo mondo di “birre e dintorni” non smette mai di sorprenderci .. con persone veramente in gamba che non esitano a rimettersi in gioco, facendo delle proprie passioni un lavoro. Luca è una persona che ne sa fare tante .. mettendoci la precisione di un elettronico, la manualità di un artigiano .. e soprattutto la passione di uno che la birra oltre a mescerla la beve .. e vuole berla al meglio ..

«Non sai mai cosa ti riserva la vita, ma l’importante è non avere timore di provarci. Da queste parti stavo cercando un garage .. ed è finita che ho comprato un locale per lavorarci dentro .. dando libero sfogo alle mie passioni. La strada è ancora lunga, ma con una buona bicicletta si può fare» ..

Bravo Luca. Hai voluto la birra? Adesso pedala 😉

[siba: best indi!]

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close