SIBA on TourToscana

La Bottega Matta – Sant’Albino (Montepulciano): “Se tu c’hai furia tu c’hai un bel cavallo” ..

 

Siena e dintorni. Meglio ancora Val D’Orcia .. e i nostri tanti ricordi di “gioventù”. È come andare indietro di due-tre vite, sempre che se ne abbia la forza di farlo. A ben vedere .. più che di forza oggi è questione di “lucidità”. Siamo nel bel mezzo di un ennesimo pub touring (Lazio – Toscana – Umbria) e bisogna dosare un po’ tutto, compresi i ricordi .. prestando soprattutto attenzione a quelle dannatissime colonnine autovelox da 50 Km/h, disseminate oramai ovunque anche solo per “far cassa” ..

Salendo da Roma, uscita A1 Chiusi-Chianciano. Proseguire per Montepulciano. Sant’Albino è la nostra meta. L’idea è di fare un veloce check-in in uno di quegli pseudo hotel piuttosto economici, rimasti ibernati agli anni ’70 .. e “pennicare” su un “posto branda” per un paio d’ore, che poi stasera c’è da festeggiare un compleanno ..

Non fa una grinza. Bisogna esser saggi .. fintanto che, con la coda dell’occhio, non vedi amici che si sono già portati avanti con la festa. Sono Miky, Piso e Gianni (del Sete Pub di Montevarchi) che chiacchierano con Silvio Belli, fuori dal locale .. visto che La Bottega Matta si trova esattamente sulla strada tra Chianciano e Montepulciano e bisogna giustappunto passarci per raggiungere l’hotel. Sarà il primo pit-stop .. e non solo per un saluto. È come un “richiamo della foresta”. Una “febbre alta”. Vedi la “gente giusta” e ti passa la stanchezza. Non è solo questione di buone birre. È stima e condivisione di valori. Atmosfera conviviale e autentica ..

12/05/2013 – 2017: auguri a La Bottega Matta, che compie 4 anni. Per l’occasione c’è un “4 + 4” di birre L’Olmaia / Bi-Du: due birrifici (e birrai) che in questo posto non possono mancare .. per qualità e amicizia. Moreno Ercolani oltre alle “sue” La5 (Golden Ale), Jardeko (Saison con sale allo zenzero), Tangerine (USA Bitter) e Duck (Belgian Strong Ale), procura anche lo spillatore mobile dove stasera si andrà a mescere. Beppe Vento arriverà direttamente da Olgiate Comasco, con il suo prezioso carico di Rodersch (Kölsch), Mezzasegale (Specialty Grain, in collaborazione con il birrificio Montegioco), Du Bi-Du (Saison con coriandolo e melissa) e SuperanAle (American Pale Ale). È festa vera ..

E cosa ci dice il padrone di casa? “Mamma lavorava in un ristorante. Io in un’impresa edile. Questo posto era un negozio di prodotti tipici che faceva anche aperitivi. Poi è arrivata l’occasione per subentrarvi .. ed è partita l’avventura. Per ciò che riguarda la mia passione per le birre artigianali, il punto di partenza è stato un corso ADB (Associazione Degustatori Birra) a cavallo tra il 2013 e il 2014 .. e quando possibile, viaggi all’estero a tema birrario. Al momento abbiamo due spine, più 80-100 referenze in bottiglia .. e non è il caso di andare oltre. La birra va bevuta quanto più “in forma” possibile .. ragion per cui vado spesso di persona a fare il carico dagli amici birrai e prediligo prodotti italiani. Senza contare che L’Olmaia è qui accanto” ..

La Bottega Matta non è né un bar, né un pub e tanto meno un ristorante .. o forse è un po’ di tutto ciò. È un “ristoro sulla strada”, a conduzione familiare. C’è uno strepitoso banco salumi-formaggi ecc. a mo’ di negozio alimentari .. e soprattutto l’ottima cucina della signora Raffaella (la mamma di Silvio) ..

Superlativi prodotti della zona. Piatti della tradizione toscana, a partire dalla pasta fatta in casa .. come i pici al ragù, all’aglione, alla cinta senese, al cacio e pepe, alle briciole .. ma anche porchetta, fegatelli, capocollo ai ferri e ai funghi .. giusto per dirne qualcuna. E poi il giovedì trippa alla fiorentina e il venerdì baccalà alla livornese. Per quanto ci riguarda, sarà il caso di prenotare un tavolo per il pranzo di domani, perché il posto è piccolo ed è meglio non rischiare ..

“Lavoriamo molto con i turisti stranieri, che apprezzano l’autenticità della nostra cucina .. in una zona che soprattutto negli ultimi anni forse il turista l’ha un po’ bistrattato. Pessimo autogol .. che svilisce gli sforzi di chi invece vuole fare le cose per bene. Qualche settimana fa c’è stata una ragazza californiana che ha fatto 6-7 Km a piedi per venire a mangiare e a bere le nostre birre .. e non solo una volta! Sono soddisfazioni. Solo così questo lavoro ha veramente un senso e viene voglia di far sempre meglio” ..

Ore 19:30. La signora della reception ci guarda un po’ perplessa: circa 6 ore fa le avevamo detto che stavamo per arrivare. Siamo arrivati. Ora più, ora meno .. l’importante è che siamo arrivati. Non bisogna avere fretta. Le cose fatte bene hanno bisogno di tempo .. come ci ricorda anche una scritta proprio all’interno de La Bottega Matta: “Se tu c’hai furia tu c’hai un bel cavallo”. Non c’è dubbio che siamo in Toscana .. tanto meglio se il locale in questione è “totalmente demorettizzato, deperonizzato, decoronizzato”.Cos’altro si potrebbe chiedere? Una birra di Moreno o di Beppe, tanto per continuare ..

Cala la sera (e anche qualche goccia di pioggia). Inizia la festa. Qui è come una grande famiglia. Qui è una vera stazione di ottimo cibo e altrettanto ottima birra. Siamo in Val D’Orcia. Sulla Strada ..

[siba: best indi!]

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close