CampaniaSIBA on Tour

Sturgis Beerhouse – Brusciano: metti un pomeriggio al pub, nel giorno di chiusura ..

 

Se ogni giorno è un dono, vorrei sapere dove posso restituire il lunedì” .. c’era scritto da qualche parte. Giudizio severo ma condivisibile. È sempre difficile ricominciare la settimana dopo un week end. Metti pure che spesso i pub di lunedì son chiusi .. e allora oltre al danno, la beffa! 

Pub-touring campano che volge al termine. Avremmo giusto un lunedì .. che avanza. Dove andare? Ci è stato fatto più volte il nome dello Sturgis di Brusciano .. ma vedi te che il lunedì è chiuso. Quindi? Quindi .. pace. Sarà per un’altra volta. A meno che non si trovi ugualmente il modo per un “saluto al volo”. Darci un’occhiata fa sempre piacere, anche se il locale è vuoto ..

Fa sempre piacere trovare gente entusiasta del proprio lavoro .. che ancor prima è passione. Fa sempre piacere trovare gente lusingata della nostra visita .. che in fin dei conti non ha alcun peso specifico. Fa sempre piacere ritrovarsi in valori comuni .. e farci sopra un brindisi di buon auspicio. Fa sempre piacere ascoltare un’altra piccola-grande storia di vita, dietro a un banco spine ..

Giacomo Delle Cave inaugura lo Sturgis Beerhouse di Brusciano il 26 febbraio 2013 .. ma è solo un cambio di location, perché l’avventura è già iniziata a Pomigliano d’Arco nel 2009. “Mi sono diplomato all’Istituto Alberghiero. Qualche piccola esperienza lavorativa tra sala e cucina .. e il sogno di ‘far sul serio’ in un locale tutto mio” .. ci dice il publican. “La passione per le birre artigianali è andata di pari passo, alla continua ricerca di qualità e autenticità anche nel bere. La gente ha apprezzato. A Pomigliano si iniziava a stare un po’ stretti e nel 2013 ci siamo spostati a Brusciano” ..

Allora eccoci qua .. anche solo a scambiare due chiacchiere nel giorno di chiusura. Tarallo napoletano sugna e pepe a far da contraltare a un’ottima bevuta di birre alla spina e in bottiglia. La cucina si apprezzerà in altre occasioni ..

“I panini gourmet sono una delle ragioni per cui la gente viene a trovarci” .. prosegue il titolare. “Fra i più gettonati c’è l’Alexxio .. con hamburger di cinghiale, glassa di ibisco, pancia magra, funghi porcini, Marzolino del Chianti, noci e mandorle di Sorrento. Poi ovviamente .. un po’ di birre: 5 vie alla spina e circa 120 etichette in bottiglia. Disponibile anche del vintage .. però non tutto in vendita, perché qualche ‘soddisfazione’ voglio tenerla anche per me” ..

Passaggi graduali. Esperienza sul campo. Definire il percorso. “Inutile stare a metà del guado. Quando si inizia qualcosa bisogna andare fino in fondo. Qui le birre sono artigianali .. punto. Nessuna ‘scusa’ per qualche spicciolo in più. Vuoi bere una ‘bionda’, ‘rossa’, ‘nera’ .. dolce o amara .. più o meno alcolica? Basta chiedere. Troveremo una ‘soluzione artigianale’ per ogni esigenza .. e siamo tutti più contenti” ..

Parole chiare e sacrosante, che confermano la “buona stella” di questo locale. “L’impianto di proprietà è arrivato qualche mese dopo il trasloco a Brusciano. Ero ormai pronto a far da me. Non nascondo di preferire comunque i distributori agli approvvigionamenti diretti, se non altro per diversificare l’ordine su più birrifici” ..

Un rapporto privilegiato però c’è .. e lo troviamo oggi alle spine. Accanto a tre grandi realtà brassicole del nord, come Lariano (Dalibor – Czech Pilsner), Croce di Malto (Temporis – Saison) e Menaresta (Dirk – Brown Ale), c’è un nome nuovo, cui il publican dà molto credito: Vesuvius – Craft Beer .. 

Sulle beer firm il dibattito è stato sempre molto acceso, ma come sempre la ragione sta nel mezzo. Brassare altrove in mancanza di un impianto proprio, non è reato. Al contrario, può essere una buona opportunità per iniziare a far sul serio .. e la Magma di Vesuvius ne è un esempio. Belgian Strong Dark Ale da 9% in ABV .. tanto complessa quanto compiuta. Caramello non invadente. Sentori di frutta matura. Scende giù morbida, nella totale assenza di off-flavours, che in questo stile non sono poi così infrequenti ..

Di birra in birra .. altro che un saluto al volo! Il padrone di casa continua a proporre “assaggi” .. e ci hanno insegnato che rifiutare è maleducazione   Ora però è arrivato il momento di ringraziare e “salpare” .. non prima d’aver chiesto a Giacomo cos’è quel ‘Club Bevitori del Lunedì’ che ha stampato sulla maglietta. “È un club di amici e publican. Vuol dire che oggi tocca a noi. Chi è chiuso il lunedì va a farsene un paio altrove” .. 

Allora perché accanirsi contro il lunedì? Volendo .. si beve bene anche oggi. Basta cercare ..

[siba: best indi!]

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close