AbruzzoSIBA on Tour

Malto & Co + Birre Postribolo: a Chieti, nel quartiere Trivigliano .. è vietato calpestare i sogni! 

 

Stazioni di Birra: c’è chi già da tempo sta facendo la storia, c’è chi ha le carte in regola per dire la sua .. e nel mezzo c’è di tutto e di più, perché quando una cosa funziona (come in questi ultimi anni sembra “funzionare” la birra artigianale) è forte la tentazione di buttarsi in qualche modo nella mischia ..

Difficile allora districarsi tra le innumerevoli aperture e chiusure, “cambi della guardia” e “depistaggi”. Se poi si è così folli da girar per pub in lungo e in largo lo Stivale .. sbagliare una tappa pesa: son chilometri e spese. Tempo perso. A dire il vero, più che “sbagliare” le birre pesa “sbagliare” le persone (per fortuna raramente) .. ma ci sta. Fa parte dei rischi del “mestiere” ..

Capita spesso che c’è la segnalazione di un “gancio” del posto (publican o altri) che ti mette sulle tracce di qualcosa, o meglio qualcuno, che si dice stia facendo bene. Un indizio non fa una prova, però è pur sempre un indizio. Ma è quando ci si accorge, una volta sul posto, che l’ambiente “gira”, tra talento, entusiasmo e buon gusto .. che arriva il bello d’una bevuta. Detto ciò .. sarà poi molto più pragmaticamente il registratore di cassa a decidere la sorte d’un locale ..

Malto  & Co: da Pescara c’è la soffiata dell’ultima ora .. per cui si va a Chieti, peraltro in traiettoria con le altre tappe (24/08 .. saranno 4!) lungo la costa adriatica, venendo dall’Appennino. Abbiamo chiesto a Pierluigi un’apertura anticipata (!) altrimenti non stiamo nei tempi .. e quella brava persona di Antonino ci è venuto incontro ..

Diciamo subito che .. Antonino Di Domizio è il secondo “indizio”. La bellezza del locale è il terzo. La Wit di Postribolo, il quarto. Siamo già abbondantemente a .. una prova. La prova che Pierluigi Balbinot e Alex Di Pietro, ovvero i titolari di questo locale nel centro storico di Chieti, son partiti col piede giusto ..

Start: 18/06/2015. Il progetto si sviluppa più o meno in parallelo tra Beer Firm e locale di mescita nel quale far girare non solo le home-beers ma anche molto altro. Dietro alle forniture .. in Abruzzo il grosso del lavoro non può che farlo Birre Artigianali Srl. Sono 5 le vie sul ”tubo” in comodato d’uso + tre rubinetti al “sopra-banco” e una pompa inglese. No cella: con le alte fermentazioni si può anche fare ..

I giovani gestori vengono dall’homebrewing (ulteriore nota di merito) e hanno avuto la felice idea di chiamare qualcuno “di peso” a dar man forte al progetto Birre Postribolo. Eccoci allora ad Antonino Di Domizio che nell’ambiente è un volto conosciuto. Degustatore e docente UDB (Unione Degustatori Birre), il nostro interlocutore è anche homebrewer di grande esperienza e ha collaborato con diversi birrifici abruzzesi sia come publican che in produzione. Altro? Si. È una persona di livello anche nel “garbo” e nella comunicazione. Il che non guasta ..

Data l’ora non si pilucca nulla (ci piace comunque la proposta “scegli il pane per il tuo gourmet”), ma la Wittoria ha convinto: gran mix di spezie (bergamotto, zenzero, coriandolo) che sentiamo più in bocca che al naso. Nel grist di cereali è utilizzata una buona percentuale di grano “Solina”, antica cultivar abruzzese, che dona una rinfrescante acidità, in un finale secco e dissetante ..

Locale tra i più belli visti finora. Caldo e avvolgente (mattoncini a vista e volte a botte), che dopo l’ingresso con bancone (e tavolini in strada nella bella stagione) porta, un paio di scalini più giù, a un secondo ambiente dove .. le persiane “riciclate” monopolizzano subito l’attenzione 🙂

Ritornando alle birre, di Postribolo oltre alla Wit c’è l’immancabile IPA (Filipa) e un’American Amber Ale (Amber), ma ci piace anche far menzione di altre giovani realtà le cui birre sono spesso proposte al Malto & Co .. come il Birrificio Bertona (Montebello di Bertona, provincia di Pescara, dove i ragazzi di Chieti vanno a “fare” le loro birre), la Beer Firm Mad Hopper (Sambuceto – CH) e il più “quotato” Bibibir (Castellalto – TE), oggi presente ai rubinetti con BirrAntonio (Golden Ale) e Vedo Doppio (Belgian Dubbel) ..

E che dire della scelta dei nomi Postribolo e Malto & Co? Il primo è venuto dal fatto che in questa zona in passato si facesse parecchia “attività” .. per così dire “in linea” con quel termine (e le stesse etichette dei tre stili in produzione sembrano rimanere in tema). Per quanto riguarda invece il nome Malto & Co, se abbiamo capito bene .. tutto nasce da un sogno fatto “in famiglia” ..

Già, un sogno. Nel locale c’è un cartello con scritto “È vietato calpestare i sogni” .. e noi lo sottoscriviamo in pieno. Allora in bocca al lupo, ragazzi!

[siba: best indi!]

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close