PiemonteSIBA on Tour

Novara: la drinking class beve birra all’Old Tower ..

 

Bello quel “drinking class” che campeggia sull’insegna all’ingresso. Sa di working class e Rivoluzione Industriale. Siamo del resto in un ex opificio dei primi del Novecento, dove pare si producessero rocchetti e bobine per filati. E a pensarci bene .. qui una rivoluzione c’è pure stata. Ma non industriale. Semmai artigianale ..

The Old Tower Pub è nel quartiere San Rocco, a due passi dal lungo rettilineo di Corso Vittoria che collega il centro alla periferia nord di Novara. Un locale che si è posto subito all’attenzione dei craft beer lovers di zona e province limitrofe grazie al talento e all’energia dei tre giovani soci ..
Mattoncini rossi a vista e grandi vetrate. Il “totem” di una ciminiera d’altri tempi (da cui il nome del pub) che spunta sul retro. Ampio cortile esterno che nella bella stagione fa certamente la sua parte. Posto suggestivo .. da London Docklands. Solo che non siamo a Londra, bensì a Novara. E buon per Novara ..

Un grande loft, dove colpisce subito l’immenso murales sulla parete opposta al bancone. E colpisce anche il bancone .. con le sue 8 spine + un’hand pump su cui oggi troneggia una stupefacente Baja, Oatmeal Stout di Bevog. L’imponente cella frigo per lo stoccaggio di fusti e bottiglie non può che essere un ulteriore punto a favore ..
Stefania Costa e Simone Antonelli sono due dei tre soci. L’altro Simone (Bertolo) ha il suo giorno di riposo. Grande simpatia e ospitalità. Viene facile la chiacchiera e ancor più la bevuta (è il momento di una Grisette di CR/AK) ..

«Questa storia parte da un kit per homebrewer venuto fuori un po’ per caso» .. ci dice Simone. «Rientrai anzitempo da una vacanza estiva in Croazia perché stavo poco bene .. e preso un po’ dalla noia mi ritrovai a comprare quest’affare per la birrificazione casalinga. La cosa interessò anche gli altri .. e fu così che venne l’idea di metter su un locale dove magari andare a spillare pure qualcosa di nostro» ..

Un impiantino interamente messo a punto da loro (successivo al kit di cui sopra), su cui sperimentare ricette .. come quella che ha portato alla nascita della Poison IPA, brassata nel Birrificio Sant’Andrea. O la Wot, Cascadian Dark Ale, sempre in collaborazione col birrificio di Vercelli ..
Ultimamente la passione per l’homebrewing è stata messa un po’ da parte, di pari passo con i crescenti impegni di un locale sempre più agli onori delle cronache non solo per l’ottima selezione di birre artigianali, ma anche per i numerosi appuntamenti di musica dal vivo, peraltro mai scontata. Birre e musica, dunque, col supporto di un menu da pub-grub a completare l’offerta .. 

La mescita alla spina dice innanzitutto Lambrate, Croce di Malto (impeccabile la Triplexxx bevuta stasera), Sant’Andrea – BSA e 50&50 .. ma il “feeling” è con tanti (Dada, Bellazzi, Menaresta, solo a citarne alcuni) .. perché quando un lavoro si fa con scrupolo e passione, viene tutto più facile, anche l’amicizia ..

The Old Tower Pub è un posto che trasuda energia. Lo senti a pelle. C’è vitalità, creatività, spessore. Clientela giovane .. che ancor prima d’esser clienti sono amici. Amici dei publican .. che questo posto l’hanno messo in piedi con le loro mani e sembra proprio che si divertano ..
Divertirsi forse è troppo? No, non è troppo. È fondamentale. Non ci stancheremo mai di dirlo: la differenza tra un grande pub e un pub sta nel fatto che il primo oltre a ottime birre ha anche un’anima che lascia l’impronta, mentre il secondo fa “solo” ristorazione ..

Ultima menzione: la “drinking class” per definizione .. beve. Nel locale di Simone, Simone e Stefania quando chiedi una pinta ti arriva .. una pinta. Inglese (lt. 0,568) o americana (lt. 0,473) .. ma pinta. Il prezzo di € 5,50 è un’altra gradita sorpresa e ci sembra tutto sommato equo (eccezion fatta per birre “particolari”) ..

The Old Tower Pub ha poco meno di 4 anni di vita (start 4/01/2014) ma ha già lasciato il segno. Ci aspettiamo sempre di più. Sempre di meglio. Quando si entra nell’olimpo dei grandi è vietato sbagliare ..

[siba: best indi!]
Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close