Emilia RomagnaSIBA on Tour

Rebus Pub – Reggio Emilia: birre vive, cibo vero .. e risolvi l’enigma!

 

Il Rebus di oggi non è un gioco enigmistico bensì un pub .. dove, volendo, si gioca all’enigmistica sulle tovagliette di carta del locale (!). Il Rebus di oggi è un pub di Reggio Emilia, con “birre vive e cibo vero” .. in una piazza (quella appunto di Reggio) che già vanta la presenza di due locali birrari al top del panorama nazionale ..

Il Rebus di cui parliamo oggi è dunque un pub .. ma il pub è in qualche modo un rebus? Potrebbe anche esserlo, purché se ne capiscano i presupposti di fondo .. in un ambiente ancora troppo inflazionato da locali che si fregiano di questo storico appellativo di matrice anglosassone solo per .. “sentito dire” ..

Cos’è una public house? Quali i requisiti? Quali i valori da cui non si può prescindere? Ed è così che la parola pub rischia di svuotarsi di significato, per rimanere una sterile insegna della ristorazione. Un’indicazione di massima, come pizzeria o ristorante. Vale a dire tutto e niente ..

Le cose negli ultimi anni stanno cambiando, anche grazie al crescente interesse per la birra artigianale .. non necessariamente sinonimo di qualità, ma comunque volano di riscatto del ruolo dei publican e dei locali birrari anche in Italia ..

Il bello di questo “nuovo mondo” ancora di nicchia è che ci si conosce un po’ tutti .. riconoscendo (quasi sempre) il valore di chi lavora bene o lo sforzo di chi ci sta provando. Un anno fa di questi tempi eravamo appunto a Reggio, ahinoi nel giorno di chiusura di Arrogant e Blender .. e fu proprio il grande “Alle” (Alessandro Belli) – intento a far lavori nel suo “tempio della birra” sulla via per Canali (Arrogant Pub) – a darci una nuova dritta. «Ci sono due giovani che hanno appena iniziato, ma stanno già facendo bene. Il locale si chiama Rebus. Andate là» ..

Manco a farlo apposta quella sera al Rebus Pub ci trovammo casualmente a bere un’altra persona di grande cultura birraria come il correggese Marcello Giuliani .. e fu così che due indizi fecero una prova ..

Stefano Dallari e Federico Verona sono entrambi di Albinea. Si conoscono da una vita e hanno anche giocato insieme a basket. Immaginiamo non gli sarebbe dispiaciuto diventare delle star dell’NBA .. ma visto che non ci sono riusciti, hanno deciso di virare su un’altra loro grande passione: le birre artigianali ..

Il 9 maggio 2015 inaugurano, in pieno centro a Reggio, il beershop (con mescita autogestita) Le Mille e Una Birra. Poi la decisione di chiudere il “negozio” per dare vita al Rebus Pub (22/04/2017), con impianto di proprietà a 10 vie (doppia refrigerazione stoccaggio/mescita) e cucina con canna fumaria .. dando così avvio al loro progetto ristorativo di “birre vive e cibo vero” ..

24 aprile 2018. Eccoci nuovamente al “Rebus” – quartiere San Prospero – per bercene un paio e chiedere a Federico (Stefano è di riposo) com’ è andato questo primo anno. «Bilancio più che positivo. Abbiamo la nostra clientela e la vicinanza ad altri locali birrari di gran livello non può che essere uno stimolo per fare sempre meglio .. puntando su prodotti freschi e biologici, con rapporti in gran parte diretti sia per l’approvvigionamento delle materie prime della nostra cucina, che per quanto riguarda le birre alla spina in rotazione» ci dice Federico ..

Locale spazioso, “colorato” e moderno. Pochi fronzoli e tanti posti a sedere. Comoda seduta al banco, con alle spalle maxischermo a muro (immancabili le partite di Serie A della Pallacanestro Reggiana) che fa dirottare inevitabilmente lo sguardo sull’originale e sottostante tubo dell’impianto spine. Il magnifico murales del noto writer locale Daniele Castagnetti impreziosisce in maniera esponenziale l’intero ambiente ..

Questa sera, 7 delle 10 birre alla spina portano a Sirone – LC (Birrificio Lariano) e Lemignano di Collecchio – PR (Birrificio Argo) .. ma il nostro start di serata è comunque con una splendida “Ritual Pils” di Ritual Lab (Formello – RM) .. che fa ancor più sete. “Kaori” (Pacific Amber Lager di Argo) e “Drug Mule” (IPA di Legitimate Industries – UK) le successive bevute .. stemperando con patate biologiche al forno, con salse ketchup e “Giusta” (maionese con senape), fatte in casa ..

Prima tappa serale di tre. Tocca chiuderla qua .. francamente a malincuore. In questo locale ci sarebbe ancora tanto da scoprire .. sia alla spina che al piatto. Del menu colpisce la specifica di provenienza su ogni prodotto (per lo più della zona) e l’originalità delle portate. Le tovagliette con i giochi dell’enigmistica sono un’originalissima trovata “a tema”. Il sorriso e le buone maniere di chi spilla al banco e chi serve ai tavoli è un aspetto che non ci stancheremo mai di sottolineare ..

Il Rebus è un ottimo pub di Reggio Emilia .. così come il pub è un affascinante rebus del “buon ristoro”. Se lo risolverai .. sarà la tua seconda casa!

In bocca al lupo, “ragazzi”. Continuate così ..

[siba: best indi!]

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close