Emilia RomagnaSIBA on Tour

Wild Rover Irish Pub: fra la Via Emilia e il “craic” d’Irlanda ..

 

«I‘ve been a wild rover for many a year / And I spent all my money on whiskey and beer / And now I’m returning with gold in great store / And I never will play the wild rover no more» ..

Prima strofa della storica “drinking song” The Wild Rover .. che per gli Irlandesi è un po’ come un inno da pub, reso ancor più noto dalla carismatica folk band dei Dubliners ..

Tant’è che un “Vagabondo Selvaggio” (Wild Rover) – pub di razza – lo troviamo da qualche anno anche nel Belpaese, nei pressi di quella gloriosa Via Emilia che già in epoca romana portava da Rimini a Piacenza .. per arrivare successivamente, con la Statale 9, alle porte di Milano ..

Siamo nella frazione di Manzolino, comune di Castelfranco Emilia (Modena), dove con una piccola deviazione dalla SS9, in Via D’Annunzio 40 e più o meno all’altezza della chiesa di San Bartolomeo, ci si imbatte in una di quelle “stazioni di birra” assolutamente da non perdere ..

Stasera ad aprire il locale ci pensa Elena, valente braccio destro del titolare .. che incontreremo solo più tardi, perché ancora impegnato col suo furgone a fare scorte di birra in qualche birrificio del nord-est ..

Il Wild Rover è public-house a tutti gli effetti, di matrice volutamente irish in quanto a stile e “filosofia” .. con impianto mescita da 9 spine più 2 pompe Angram. Un grande ambiente che si sviluppa intorno al bancone a “L” .. e una saletta più defilata, dove si potrebbero anche tenere quelle tradizionali veglie funebri che ancora oggi legano i vivi ai morti .. ai pub (una sorta di chiesa), nelle zone più remote e rurali d’Oltremanica ..

Se poi aggiungiamo la selezione di birre di ottimo livello, allora il cerchio si chiude al meglio .. bevendo Amanda Zwickel Pils di Brauhaus Nittenau .. Dark Alliance Coffee Stout di Moor / Arbor .. Sel Au Celeri (con sale aromatizzato al sedano e miele DOP), collaboration-brew tra Wild Rover e Birrificio Emiliano ..

Il locale nasce come irish pub il 28/12/1994 con il nome di James Joyce .. per poi “sbiadire” in un anonimo american bar di nome Picasso. Nel 2007 si ritorna al pub con Il Covo .. dove si inizia peraltro a prendere confidenza con le birre artigianali. A un certo punto l’attività viene messa in vendita .. ed Emanuele Degliangeli da “semplice” cliente decide di diventarne il titolare, inaugurando il suo Wild Rover in data 5/07/2013 ..

Nel frattempo siamo passati a una Torpedo IPA di Sierra Nevada .. osservando divertiti una partita a freccette che alcuni giovani “regulars” trasformano in un simpatico “siparietto”, andando a giri d’italico amaro ..

È arrivato il publican. Il locale si riempie .. ed è una gran festa. Quei tre frigo all’ingresso traboccano di ottime birre, ma per oggi deve necessariamente bastare ..

Ebbene si. Nei pressi della Via Emilia, tra Bologna e Modena, c’è un pub che sa tanto di “The Moon Under Water” di orwelliana memoria .. perfetto combinato di birre e benessere ..

Location ideale. “Sulla strada”. Tra la Via Emilia e il “craic” d’Irlanda ..

May the road rise up to meet you at the Wild Rover .. with a couple of good pints!

[siba: best indi!]

Tags

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close